Il Governo ci ripensa. Scomparsa la annunciata e promessa esenzione dall’obbligo assicurativo di RC Professionale per i medici dipendenti pubblici.

Il fatto

Consiglio dei Ministri n.20-13 Giugno 2014

Viene pubblicato, come di consueto, un comunicato stampa sul sito web del Governo Italiano all’interno della  sezione dedicata all’annuncio dei provvedimenti risultanti dalla seduta cui si fa riferimento. Il comunicato in questione riporta sommariamente l’elenco degli argomenti oggetto delle iniziative della seduta cui si riferiscono, rimandando alla successiva pubblicazione sulla G.U., come in questo caso,  del testo completo e definitivo del Decreto Legge.

Sia nel comunicato stampa del CdM che sul sito istituzionale del Ministero della Salute appare, nello stesso giorno, tra gli altri il seguente annuncio di provvedimento.

ASSICURAZIONE PER I MEDICI
Novità importanti anche per chi esercita la professione sanitaria sull’assicurazione dei medici: l’obbligo di assicurazione che scatterà il prossimo 14 agosto non si applica ai medici dipendenti pubblici del Sistema Sanitario Nazionale e sono state introdotte misure per istituire un fondo che supporterà i professionisti sanitari nel pagamento dei premi assicurati, in particolare nei casi in cui i premi siano di ammontare elevato a causa del notevole livello di rischio dell’attività svolta dal professionista.

Nella attesa del provvedimento definitivo, di questa esenzione dall’obbligo di stipula della copertura di RC Professionale ne parlano i quotidiani online generalisti e di settore. Anche l’ANIA mette in prima pagina la notizia sul proprio sito web, ricavandola da una testata locale.

E in molti si comincia a dissertare sul significato di “medico dipendente pubblico“, della eventualità di una inesattezza terminologica ( visto che non esiste il citato Sistema Sanitario Nazionale, bensì il Servizio Sanitario Nazionale) si potrebbe pensare a una dimenticanza nel non aver previsto tra i soggetti esentati dall’obbligo assicurativo anche quei Medici di Medicina Generale che dipendenti non sono,  in quanto titolari di una Convenzione e senza quindi alcun rapporto subordinato con il SSN.

Inesattezza per inesattezza altri ritengono ancora che forse anche gli infermieri, qualora dipendenti dal SSN,  potrebbero essere altrettanto esentati, e via con altre supposizioni.

E così dopo le resistenze del Quirinale verso decreti omnibus di ampia e confusa eterogeneità di contenuti ecco l’uscita del documento definitivo.

Viene pubblicato nella giornata di ieri sulla Gazzetta Ufficiale n.144-Serie Generale il seguente

DECRETO-LEGGE 24 giugno 2014, n. 90 

Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari. (14G00103) (GU Serie Generale n.144 del 24-6-2014)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 25/06/2014

il cui Articolo 27  (Disposizioni di semplificazione e razionalizzazione in materia sanitaria)  dovrebbe contenere la promessa esenzione dell’obbligo assicurativo.

Invece? Di quanto annunciato, e quindi promesso, nessuna traccia.

Ma, particolare ancora più singolare, è stato modificato l’originario annuncio stampa del CdM, mantenendo  la medesima data di iniziale pubblicazione, escludendo però la previsione sopra riportata.

E il precedente comunicato stampa del Ministero della Salute? Cancellato anch’esso dalla cronologia di appartenenza.

Certamente nessun rimpianto per la mancata conferma del provvedimento da parte degli Assicuratori, perlomeno da parte degli Intermediari.

Ogni ripensamento, o “convincimento successivo” che dir si voglia, deve essere considerato con il rispetto che la soggettività delle idee, delle persone, delle istituzioni, obbligatoriamente meritano. Ma se annunci e prometti…o devi mantenere o devi giustificare, altrimenti la evanescenza postuma potrebbe suonare come un maldestro e poco rassicurante tentativo di illusionismo normativo.

Oppure proprio il Governo ha esercitato per primo il diritto all’oblio che la Rete ora permette?

Oppure quella norma dimenticata forse dimenticata non è, ma semplicemente in attesa di una nuova prossima sede normativa?

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...