Ancora su Faro Assicurazioni e le polizze in sanità: le “precisazioni” di una USL .

Si precisa che il sistema assicurativo italiano, anche nel caso della responsabilità civile in sanità, ha meccanismi di garanzia a tutela degli assicurati e che, fino ad individuazione della nuova Compagnia Assicurativa, operatori e cittadini sono coperti da assicurazione per eventuali necessità.

Con questa affermazione , contenuta all’interno di una comunicazione a commento di un articolo  pubblicato dal  quotidiano Il Resto Del Carlino sulla recente messa in liquidazione della compagnia Faro Assicurazioni, la Azienda Sanitaria di Cesena intende rassicurare tutti quei cittadini ragionevolmente preoccupati per la eventuale “solvibilità assicurativa” in caso di contenzioso derivante da situazioni di medical malpractice.

Personalmente non conosco altri   meccanismi del sistema assicurativo italiano al di fuori di quanto compiutamente precisato dal comunicato diramato dall’ISVAP, e che riflette quanto applicabile in ognuno dei casi di messa in liquidazione coatta di compagnia assicurativa nel nostro Paese.

Se pur comprensibile il disagio e le preoccupazioni di ogni attuale assicurato della compagnia in questione, e soprattutto se la copertura che verrà a mancare riguarda la RC Sanitaria, risulta però non condivisibile la imperfezione della informazione data ai cittadini, che hanno sempre diritto di sapere e di capire.

Altrettanto singolare la scelta di accomunarsi con altre realtà sanitarie di varia geografia, in un discutibile tentativo di solidarietà passiva per tentare di alleggerire le conseguenze di una aggiudicazione di gara, per altro formalmente regolare, che comunque potrebbe creare concreti  disagi e potenziali compromissioni economiche per ogni parte eventualmente coinvolta.

Credo che l’esito delle gare di prossima pubblicazione delle aziende sanitarie solidali  interessate dal provvedimento di liquidazione della Faro saranno oggetto di grande attenzione da parte di molti, per scoprire  se e chi alzerà la mano per aggiudicarsi appalti che  l’attuale mercato assicurativo  evita con grande determinazione.

Ma se fosse una platea vuota a confermare il deserto delle partecipazioni allora varrebbe forse la pena di meditare anche sull’invito che ho sommessamente rivolto con il mio precedente Post circa la necessità di costruire un tavolo nazionale di confronto sull’argomento delle polizze in sanità.

Un pensiero su “Ancora su Faro Assicurazioni e le polizze in sanità: le “precisazioni” di una USL .

  1. IL TAR LAZIO ACCOGLIE IL RICORSO DI FARO ASSICURAZIONI CONTRO ISVAP

    Con ordinanza n. 03296/2011
    (link: http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Roma/Sezione%203T/2011/201107035/Provvedimenti/201103296_05.XML)

    Il TAR del Lazio ha accolto il ricorso presentato dalla Società Memoin S.p.A. per l’annullamento, previa sospensione della revoca dell’autorizzazione all’esercizio delle attività in tutti i rami e liquidazione coatta amministrativa di Faro Compagnia di assicurazioni e riassicurazioni – risarcimento danni disposto da ISVAP e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 185 del 10 agosto 2011.

    Il TAR del Lazio ha rinviato la discussione alla Camera di Consiglio del 1 dicembre 2011 sospendendo nelle more l’atto impugnato.

    Conseguentemente la FARO ASSICURAZIONI potrà continuare nella propria attività

    Avv. Walter Rossi

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...