Se gli esami non finiscono mai gli assicuratori dovrebbero…

Sono reperibili in Rete i quesiti assegnati nel corso della prova scritta tenutasi lo scorso 7 giugno 2011 per l’iscrizione alle Sezioni A e B degli oltre 4000 aspiranti Intermediari di Assicurazione che si sono iscritti alla prova romana.

Ritengo da sempre che ognuno di noi, Intermediari già fregiati dell’iscrizione al RUI e da tempo coinvolti nelle nostre attività professionali, dovrebbe ripercorrere con attenzione e necessaria modestia la sequenza delle domande che il questionario propone.

Scoprire che a qualche quesito non saremmo stati in grado di rispondere è pur sempre una buona occasione per riaffermare la corposa complesstà del sapere assicurativo, e la conseguente necessità di impiegare tempo e meticolosità nel nostro aggiornamento continuo. Al di là e indipendentemente dall’obbligo annuale delle 30 Ore,  che con la sua discutibile genericità serve solamente a certificare una adempienza più formale che sostanziale.

 

Questionario a risposta multipla assegnato alla prova scritta del 7 Giugno 2011 per l’iscrizione alle sez. A e B del RUI

MODULO ASSICURATIVO

1. Per quanto tempo è valido il preventivo personalizzato di un contratto di assicurazione RCA?

A) Il contratto deve essere stipulato entro e non oltre 72 ore dall’emissione del preventivo

B) Il preventivo è valido fino alla data di scadenza del contratto in corso

C) Il preventivo ha validità non inferiore a sessanta giorni e comunque non superiore alla durata della tariffa in corso

2. Cosa accade, nei contratti infortuni e malattia, in caso di raggiungimento del limite massimo di età assicurabile durante la vigenza del contratto?

A) Al raggiungimento del limite massimo di età assicurabile il contratto cessa automaticamente

B) La copertura assicurativa continua fino alla scadenza del contratto, in ogni caso

C) La copertura assicurativa continua fino alla scadenza, sempre che il contraente abbia continuato a pagare il premio oltre il limite di età assicurabile

3. Nel margine di solvibilità disponibile non sono compresi:

A) il capitale sociale

B) le obbligazioni societarie

C) gli utili di esercizio, al netto dei dividendi da pagare

4. Cosa accade se il danno derivante da un sinistro stradale eccede il massimale previsto dalla polizza che assicura il veicolo?

A) La parte eccedente è a carico del responsabile del sinistro

B) La parte eccedente è a carico del Fondo di Garanzia per le Vittime della strada

C) La parte eccedente rimane a carico del danneggiato

5. Quale, tra questi obblighi, grava sugli iscritti nella sezione B del Registro degli intermediari di assicurazione e di riassicurazione?

A) Il pagamento di un contributo annuale al Fondo di Garanzia vittime della strada

B) L’adesione al Fondo di Garanzia per i mediatori di assicurazione e riassicurazione

C) Il pagamento di un contributo annuale al Fondo di Garanzia per i mediatori di assicurazione e riassicurazione anche in assenza di produzione

6. Nel caso di fondato sospetto che la pubblicità di un prodotto assicurativo violi le regole di trasparenza e correttezza, l’ISVAP ha facoltà di:

A) vietare la diffusione della pubblicità

B) sospendere in via cautelare, per un periodo non superiore a 90 giorni, la diffusione di pubblicità

C) irrogare una sanzione amministrativa

7. Quali documenti precontrattuali e contrattuali deve contenere il fascicolo informativo dei prodotti vita?

A) La scheda sintetica; la nota informativa; le condizioni di assicurazione, comprensive del Regolamento della gestione separata; il glossario; il modulo di proposta o, ove previsto, il modulo di polizza

B) Esclusivamente i seguenti documenti precontrattuali e contrattuali: la scheda sintetica; la nota informativa; le condizioni di assicurazione, comprensive del Regolamento della gestione separata; il modulo di proposta o, ove previsto, il modulo di polizza

C) Esclusivamente i seguenti documenti precontrattuali e contrattuali: la scheda sintetica; la nota informativa; le condizioni di assicurazione, comprensive del Regolamento della gestione separata; il modulo di proposta o, ove previsto, il modulo di polizza

8. Nella promozione e nel collocamento di contratti di assicurazione a distanza le imprese di assicurazione possono avvalersi di call center?

A) Sì, a condizione che gli addetti del call center siano dipendenti dell’impresa o, nel caso in cui addetti del call center non siano dipendenti della stessa impresa, quest’ultima assuma la piena piena responsabilità del loro operato

B) Sì, ma solo a condizione che gli addetti del call center siano tutti dipendenti della stessa impresa di assicurazione

C) No, questa tecnica di collocamento non è ammessa

9. Nel caso di assicurazione obbligatoria della Responsabilità Civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, il certificato di assicurazione e il contrassegno sono rilasciati al contraente, a cura e spese delle imprese di assicurazione:

A) contestualmente al pagamento del premio o della rata di premio e comunque non oltre il termine di cinque giorni

B) sempre contestualmente al pagamento del premio

C) entro il termine di dieci giorni dal pagamento del premio o della rata di premio

10. L’abuso di denominazione assicurativa è punito:

A) con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro duemila a euro ventimila

B) con la reclusione da due a quattro anni e con la multa da euro ventimila ad euro duecentomila

C) con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da euro diecimila ad euro centomila

11. Gli intermediari iscritti nella sezione B del registro degli intermediari di assicurazione e di riassicurazione sono tenuti all’obbligo di separazione patrimoniale?

A) Sì, ma solo nel caso in cui siano autorizzati da un’impresa di assicurazione all’incasso dei premi, ai risarcimenti e ai pagamenti dovuti dalle imprese di assicurazione

B) No, mai

C) Sì, sempre

12. La quota di garanzia è pari:

A) ad 1/3 del margine di solvibilità

B) ad 1/2 del margine di solvibilità

C) ad 1/10 del margine di solvibilità

13. Si intende per consumatore:

A) la persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale e professionale eventualmente svolta

B) la persona fisica o giuridica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale e professionale eventualmente svolta

C) la persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale e professionale eventualmente svolta e le formazioni sociali che abbiano per scopo statutario esclusivo la tutela dei diritti e degli interessi dei consumatori o degli utenti

14. Le informazioni sulla procedura reclami sono fornite dalle imprese di assicurazione:

A) nella nota informativa precontrattuale

B) in un documento autonomo che deve essere consegnato al contraente in occasione della stipulazione del contratto, nonché in occasione di ogni successivo rinnovo

C) su richiesta del consumatore

15. Chi sono i destinatari dell’attività di vigilanza sull’attività assicurativa e riassicurativa?

A) Le imprese che svolgono attività assicurativa e riassicurativa, i gruppi assicurativi, gli intermediari di assicurazione e riassicurazione e i soggetti o enti che in qualunque forma svolgono funzioni parzialmente comprese nel ciclo operativo delle imprese di assicurazione o di riassicurazione

B) Solo i gruppi assicurativi e gli intermediari di assicurazione

C) Solo gli intermediari di assicurazione

16. Da chi è concessa l’autorizzazione ad esercitare l’attività assicurativa?

A) Dal Ministero dell’Economia

B) Dall’ISVAP

C) Dal Ministro dello sviluppo economico

17. Quale documento deve accompagnare il programma di attività presentato ai fini del rilascio dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività assicurativa?

A) La relazione tecnica

B) L’indicazione del nome e dell’indirizzo del mandatario per la liquidazione dei sinistri

C) La dichiarazione di idoneità a ricoprire il ruolo di impresa designata alla gestione del Fondo di Garanzia Vittime della Strada

18. Quale autorità, in caso di violazione delle norme sulle riserve tecniche o sulle attività di copertura, ordina all’impresa di assicurazione di conformarsi alle norme violate?

A) La COVIP

B) L’ISVAP

C) La CONSOB

19. Se alle scadenze convenute per il pagamento del premio il contraente non paga i premi successivi:

A) l’assicurazione resta sospesa fino alle ore 24 del quindicesimo giorno successivo a quello della scadenza

B) il contratto è immediatamente e automaticamente risolto

C) l’assicurazione resta sospesa fino alle ore 24 del trentesimo giorno successivo a quello della scadenza

20. Quale conseguenza determina l’inesatta o reticente descrizione del rischio al momento della stipula del contratto di assicurazione?

A) L’aumento del premio

B) L’annullamento o lo scioglimento del contratto, purché abbia influito sulla formazione del consenso dell’assicuratore

C) L’annullamento o lo scioglimento del contratto indipendentemente dall’influenza sulla formazione del consenso dell’assicuratore

21. Quando il contratto di assicurazione può considerarsi validamente formato?

A) Quando l’accettazione dell’assicurato perviene al proponente

B) Quando viene pagato il premio

C) Quando si verifica un sinistro con conseguente diritto al risarcimento

22. Qual è la definizione di interesse nel contratto di assicurazione?

A) Il rapporto tra un soggetto e un bene e il danno come lesione dell’interesse così inteso

B) Il beneficio che trae l’assicurato al momento della liquidazione del danno

C) La facoltà del contraente di pretendere o meno la liquidazione del danno

23. Nell’assicurazione della responsabilità civile, il termine di prescrizione del diritto di indennizzo decorre:

A) dal giorno in cui il terzo ha richiesto il risarcimento all’assicurato o ha promosso contro di questo l’azione

B) dal giorno in cui si è verificato il sinistro

C) dal giorno di scadenza di pagamento del premio

24. I contratti di assicurazione riguardanti i beni immobili situati nel territorio italiano o beni mobili in essi contenuti che non siano in transito commerciale, sono soggetti ad imposte?

A) No, salvo il caso in cui il valore assicurato sia superiore a € 1.000.000

B) Sì

C) No

25. Chi è il soggetto passivo dell’imposta in materia assicurativa

A) Gli assicuratori

B) I terzi danneggiati

C) I contraenti

26. Qual è la finalità delle “deduzioni”?

A) Ridurre il proprio reddito complessivo sul quale viene calcolata l’imposta lorda ai fini IRPEF

B) Rendere più agevole la conoscenza delle clausole contrattuali agli assicurati

C) Ridurre l’imposta lorda ai fini IRPEF di un determinato importo per arrivare alla determinazione dell’imposta netta

27. Cosa si intende per massimale?

A) L’importo massimo del debito o della spesa che l’assicuratore si impegna a risarcire

B) Il numero massimo di sinistri coperti dalla polizza assicurativa

C) L’età massima assicurabile nel ramo vita

28. Le polizze di capitalizzazione in quale ramo assicurativo rientrano?

A) Ramo cauzioni

B) Ramo infortuni

C) Rami vita

29. Un regolamento dell’Unione Europea:

A) contiene norme direttamente vincolanti non solo per gli Stati membri dell’Unione, ma anche per tutti gli individui e le organizzazioni – private e pubbliche – presenti al loro interno

B) non può mai disporre in senso contrario a una norma di legge interna

C) non può mai contenere discipline di dettaglio nella materia diritto privato

30. La solidarietà tra condebitori:

A) si presume salvo che la legge o il titolo dell’obbligazione non dispongano diversamente

B) comporta che ciascun debitore sia tenuto a pagare il debito solo per la sua parte

C) è configurabile solo quando l’obbligazione abbia ad oggetto una prestazione indivisibile

31. Se le parti hanno previsto un termine pr l’adempimento di una prestazione:

A) prima della scadenza del termine la prestazione non è esigibile a meno che non risulti che il termine è stato stabilito unicamente a favore del debitore

B) prima della scadenza del termine la prestazione non è esigibile solo se risulta che il termine è stato stabilito unicamente a favore del creditore

C) il debitore non può mai adempiere prima della scadenza del termine

32. La volontà del creditore di rimettere il debito:

A) libera anche eventuali fideiussori

B) deve presumersi in caso di rinuncia alle garanzie dell’obbligazione

C) non produce alcun effetto senza il consenso del debitore

33. Chi cagiona un danno per legittima difesa di sé o di altri:

A) non è mai tenuto al risarcimento

B) è comunque tenuto al risarcimento

C) non è tenuto al risarcimento solo se ha reagito a un’offesa altrui nei confronti della propria persona, della persona del coniuge o dei figli

34. Il diritto al risarcimento del danno in caso di responsabilità civile extracontrattuale:

A) è soggetto di regola ad un termine di prescrizione di cinque anni

B) si prescrive nel termine ordinario decennale

C) non è soggetto a prescrizione

35. Il contratto concluso dal rappresentante in conflitto di interessi col rappresentato:

A) può essere annullato su domanda del rappresentato, se il conflitto di interessi era conosciuto o riconoscibile dal terzo contraente

B) può essere annullato in ogni caso su domanda del rappresentato

C) è nullo

36. L’azione per l’accertamento della nullità di un contratto:

A) può essere fatta valere da chiunque vi abbia interesse

B) può essere fatta valere solo dalla parte nel cui interesse la legge lo prevede

C) si prescrive nel termine ordinario decennale

37. Nei contratti conclusi mediante moduli o formulari:

A) le clausole aggiuntive prevalgono su quelle a stampa

B) le clausole aggiuntive prevalgono su quelle a stampa solo se queste ultime sono state cancellate

C) le clausole a stampa prevalgono sempre su quelle aggiuntive che siano incompatibili con le prime

38. Che cosa è un piano individuale pensionistico?

A) E’ una forma pensionistica realizzata attraverso la sottoscrizione di un contratto di assicurazione sulla vita con finalità previdenziale

B) E’ qualsiasi forma pensionistica complementare individuale

C) E’ una forma pensionistica complementare alla quale può aderire individualmente solo un soggetto che eserciti un’attività lavorativa

39. L’adesione del lavoratore subordinato alla forma di previdenza complementare istituita col medesimo contratto collettivo che regola il rapporto di lavoro:

A) è sempre libera e volontaria

B) è obbligatoria

C) è una conseguenza automatica dell’instaurarsi del rapporto lavorativo

40. Una forma pensionistica complementare in regime di prestazioni definite:

A) non può più essere istituita per i lavoratori subordinati

B) può essere istituita sia per i lavoratori dipendenti sia per i lavoratori autonomi e i liberi professionisti

C) non può essere istituita per i liberi professionisti

41. In caso di adesione a una forma pensionistica individuale mediante la sottoscrizione di un contratto di assicurazione sulla vita, il trasferimento della posizione individuale:

A) è sempre possibile verso altre forme pensionistiche dopo due anni dall’adesione

B) è sempre possibile solo verso un fondo istituito dalla stessa compagnia con cui è stato stipulato il contratto di assicurazione

C) è possibile, dopo due anni dall’adesione, solo verso altre forme pensionistiche complementari individuali

42. Qualora, in corso di contratto (polizza index linked), le imprese di assicurazione accertino una riduzione degli indici o de valori di riferimento, che determini una riduzione del valore di riscatto di oltre il 30% rispetto all’ammontare complessivo dei premi investiti:

A) le imprese di assicurazione debbono immediatamente convocare il contraente e proporgli una modifica del contratto che risulti più rispondente alle sue esigenze

B) le imprese di assicurazione debbono proporre la modifica del contratto entro i 15 giorni dalla data in cui si è verificato il riscatto anticipato della polizza

C) le imprese di assicurazione debbono darne comunicazione per iscritto al contraente entro dieci giorni lavorativi dalla data in cui si è verificato l’evento

43. Cosa si intende per sottoassicurazione e quali sono le conseguenze nel contratto assicurativo?

A) Si intende che il valore assicurato è superiore al valore assicurabile. Conseguentemente il contratto è nullo e l’assicuratore deve restituire i premi pagati

B) Si intende che il valore assicurato è inferiore al valore assicurabile. Si applica conseguentemente la regola proporzionale, a meno che non si convenuto diversamente

C) Si intende che il valore assicurato è inferiore al valore assicurabile. Conseguentemente il contratto è annullabile e l’assicuratore deve restituire i premi pagati

44. Che differenza c’è tra valore assicurabile e valore assicurato?

A) Il valore assicurabile è la misura dell’interesse sottoposto ad assicurazione, mentre il valore assicurato è la misura dell’interesse esposto al rischio

B) Il valore assicurabile è la misura dell’interesse esposto al rischio, mentre il valore assicurato è la misura dell’interesse sottoposto ad assicurazione

C) Il valore assicurabile è la misura dell’interesse dopo il sinistro, mentre il valore assicurato è la misura dell’interesse esposto al rischio

45. Chi risarcisce il danno del terzo trasportato in caso di sinistro RCA?

A) Il danno subito dal terzo trasportato non è risarcito dall’impresa di assicurazione del veicolo sul quale era a bordo al momento del sinistro. Il terzo trasportato ha invece diritto a citare in giudizio l’impresa di assicurazione che assicura il veicolo che ha cagionato il sinistro

B) Il danno subito dal terzo trasportato è risarcito dall’impresa di assicurazione del veicolo sul quale era a bordo al momento del sinistro entro il massimale minimo di legge, a prescindere dall’accertamento della responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti nel sinistro

C) Il danno subito dal terzo trasportato è risarcito dall’impresa di assicurazione del veicolo del responsabile civile, dopo aver accertato la responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti nel sinistro

46. In che cosa consiste il divieto di abbinamento?

A) Nel divieto per le imprese di assicurazione di stipulare contratti per la responsabilità civile auto in abbinamento della franchigia e del bonus malus

B) Nell’obbligo per le imprese assicurative di subordinare la conclusione di un contratto per l’assicurazione obbligatoria della responsabilità civile alla conclusione di altri contratti assicurativ, bancari o finanziari

C) Nel divieto per le imprese assicurative di subordinare la conclusione di un contratto per l’assicurazione obbligatoria della responsabilità civile alla conclusione di altri contratti assicurativ, bancari o finanziari

47. Quali sono le clausole vessatorie secondo il codice del consumo?

A) Quelle apposte in mala fede dall’impresa che determinano a carico dell’assicurato un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto

B) Quelle che determinano a carico dell’assicurato un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto anche se apposte in buona fede

C) Quelle redatte con caratteri grafici tali da non consentire un’agevole lettura da parte del consumatore

48. Le prestazioni dovute dall’impresa di assicurazione agli assicurati o danneggiati possono essere effettuate per il tramite dell’intermediario?

A) No, i pagamenti devono essere sempre effettuati direttamente dall’impresa a favore dell’avente diritto

B) Sì, a tal fine l’intermediario deve essere titolare di un conto corrente separato che costituisca patrimonio autonomo rispetto al proprio

C) Sì, è sufficiente che l’intermediario sia titolare di un conto corrente

49. Gli intermediari non possono ricevere dai contraenti a titolo di pagamento di premi assicurativi:

A) bonifici

B) valuta estera

C) moneta elettronica

50. L’abuso di denominazione assicurativa è punito:

A) con sanzione amministrativa

B) con sanzione penale

C) con la sanzione disciplinare

MODULO RIASSICURATIVO

51. Il riassicuratore è obbligato nei confronti degli assicurati?

a) No

b) Solo in caso di insolvenza dell’assicuratore

c) Solo ad integrazione dell’ammontare dei risarcimenti e degli indennizzi

52. Cosa sono i”trattati di riassicurazione”?

a) Contratti generali destinati a riassicurare l’intera attività dell’impresa di assicurazione  o singoli rami della medesima

b) Contratti generali destinati a riassicurare esclusivamente singoli rami dell’impresa di assicurazione

c) Accordi di non concorrenza stipulati tra le varie imprese di assicurazione

53. Quali sono le principali fonti della disciplina della riassicurazione?

a) Il Codice civile e il Codice delle assicurazioni

b) Esclusivamente il Codice Civile e gli usi

c) Il Codice del consumo e gli usi

54. Qual è il ruolo principale della agenzie di rating?

a) Valutare l’entità del rischio di cambio

b) Valutare l’entità del rischio di credito

c) Valutare l’entità del rischio di tasso

55. La stipula di un trattato di riassicurazione:

a) può essere provata anche per testimoni se il contraente, senza sua colpa, ha perduto il documento che gli forniva la prova

b) non può mai essere provata per testimoni

c) può anche presumersi

56. Se l’assicuratore riassicurato è posto in liquidazione coatta amministrativa:

a) il riassicuratore deve comunque corrispondergli per intero le indennità pattuite anche se gli assicuratori non saranno pagati integralmente

b) il riassicuratore deve corrispondergli le indennità pattuite solo se e nella misura in cui le pretese degli assicurati avranno trovato soddisfazione in sede di riparto

c) il riassicuratore non è più tenuto a corrispondergli le indennità pattuite

57. In caso di nullità del contratto riassicurato, il relativo contratto di riassicurazione:

a) è nullo

b) rimane valido ed efficace

c) rimane valido ed efficace, ma l’indennità corrisposta dal riassicuratore al riassicurato è ripetibile

58. Sono soggette agli adempimenti della circolare ISVAP n. 574/D del 2005 riguardante le disposizioni in materia di riassicurazione passiva:

a) tutte le imprese di assicurazione e riassicurazione con sede legale nel territorio della Repubblica e tutte le imprese con sede legale in uno Stato dello Spazio Economico Europeo

b) tutte le imprese di assicurazione e riassicurazione con sede legale nel territorio della Repubblica e le sedi secondarie in Italia di imprese di assicurazione e riassicurazione con sede legale in uno Stato terzo rispetto allo Spazio Economico Europeo

c) tutte le imprese di riassicurazione con sede legale nel territorio della Repubblica e le sedi secondarie di imprese di riassicurazione con sede legale in uno Stato dello Spazio Economico Europeo o in uno Stato terzo rispetto allo Spazio Economico Europeo

59. Il contratto di riassicurazione può essere definito come:

a) quel contratto con il quale l’assicurato aggiunge una seconda copertura assicurativa per un rischio particolarmente elevato

b) quel contratto con il quale l’impresa di assicurazione di assicura contro il rischio di insolvenza

c) quel contratto con il quale l’impresa di assicurazione cede il rischio o parte di esso ad altra impresa di assicurazione

60. Fra le cause che giustificano il recesso nei contratti di riassicurazione c’è:

a) il mutamento nella struttura e nella solvibilità della controparte

b) il cambiamento di sede della controparte nel territorio di uno stesso Paese

c) il cambiamento dell’amministratore delegato della società controparte

61. E’ possibile la compensazione tra i saldi di conti di getsione relativi a diversi rapporti riassicurativi?

a) No, in nessun caso

b) Si, se previsto dal contratto

c) Si, solo se oggetto di una specifica clausola soggetta a doppia firma

62. Nel trattato in eccesso la priorità è:

a) la parte dei sinistri a carico del riassicuratore

b) la parte dei sinistri che la cedente conserva in proprio

c) la capacità complessiva del contratto

63. Cosa si intende con la cd. “general cooperation clause”?

a) una clausola inserita nei contratti di riassicurazione che prevede l’assistenza e la collaborazione del riassicuratore al riassicurato con ingerenza attiva nella gestione di quest’ultimo

b) una clausola che obbliga il riassicuratore a gestire il sinistro per conto dell’assicuratore

c) una clausola che obbliga il riassicuratore a riassicurarsi a sua volta senza previo consenso dell’assicuratore

64. Cosa si intende per “riassicurazione non proporzionale”?

a) E’ una forma di riassicurazione che pur potendo contemplare un minimo di esposizione da parte del riassicuratore, finisce per configurarsi come una copertura di alcune poste di bilancio e rendita finanziaria

b) E’ una forma di riassicurazione in cui il riassicuratore si impegna ad indennizzare la cedente di quella parte di sinistri che superano una somma fissa o una percentuale di premi convenuta

c) E’ una forma di riassicurazione in cui la cedente è obbligata a cedere tutti i rischi della categoria designata e non ha facoltà di escluderne taluni, nè il riassicuratore ha diritto di rifiutare cessioni che non siano di suo gradimento

65. Nella riassicurazione non proporzionale cosa si intende per Burning cost?

a) il costo della copertura del ramo incendio

b) il costo della copertura catastrofale

c) il premio puro, prima dei caricamenti

66. Il deposito della riserva premi e/o della riserva sinistri:

a) costituisce una garanzia che il riassicuratore dà all’impresa cedente per l’adempimento dei propri impegni

b) è costituito presso il riassicuratore che attribuisce all’impresa cedente interessi sul deposito

c) è costituito in contanti presso la banca dell’impresa cedente

67. Cosa s’intende per commissione fissa di riassicurazione?

a) il compenso in percentuale sui premi che viene riconosciuto all’intermediario di riassicurazione e comprende anche gli oneri da questo sostenuti

b) una percentuale prestabilita che il riassicuratore rimborsa all’impresa cedente a copertura dei suoi costi di acquisizione, eventualmente maggiorata di un supplemento per oneri gestionali

c) un ulteriore introito per l’impresa cedente in caso di andamento positivo del rapporto riassicurativo

68. Qual è la funzione del pool di riassicurazione?

a) La ripartizione dei rischi elevati, per i quali è richiesta una particolare specializzazione

b) La vigilanza sul puntuale adempimento dei riassicuratori agli impegni assunti

c) La scelta della tipologia dei rischi assicurati

69. Cosa si intende per clausola di proroga?

a) La clausola che estende una copertura riassicurativa oltre i dodici mesi in caso di proroga del rischio originale, senza il preventivo accordo del riassicuratore

b) La clausola che estende una copertura riassicurativa oltre i dodici mesi in caso di proroga del rischio originale, previo preventivo accordo del riassicuratore

c) La clausola che estende una copertura riassicurativa oltre i sei mesi in caso di proroga del rischio originale, al ricorrere delle circostanze preventivamente pattuite

70. Per ottenere l’autorizzazione all’esercizio dell’attività di riassicurazione, un’impresa:

a) deve necessariamente costituirsi come società per azioni o come società europea

b) può costituirsi anche come società a responsabilità limitata

c) deve costituirsi necessariamente come società europea

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...