Se anche un manager assicurativo scrivesse una lettera a Babbo Natale: come nell’audiopost di Enrico Bertolino

Ho già dichiarato di essere, come tanti, un fan di Enrico Bertolino, professionista della comunicazione e anche comico intelligente, sempre capace di ritrarre squarci di realtà aziendali “dal di dentro“, perchè le aziende le frequenta come consulente, appunto, di comunicazione.

Questo blog si occupa prevalentemente di intermediari di assicurazioni, ma anche questo settore comprende un mondo molto popolato di dipendenti, che nel loro quotidiano vivono le stesse ansie, preoccupazioni, aspirazioni, che indirettamente li accomunano ai  colleghi di tutti gli altri settori. Sono personalmente convinto che, come è già successo negli ultimi anni per le banche, anche il settore assicurativo stia già pagando  un prezzo consistente in termini di riduzione di risorse umane.

Riorganizzazioni delle strutture esterne, innovazioni di processo, fusioni e concentrazioni, implementazioni dei piani di “adeguamento e ottimizzazione”  disegnati da società di consulenza di “indiscutibile” fama internazionale, chiamate sempre più spesso a progettare le “grandi aziende del futuro“, si traducono inevitabilmente in riduzione degli organici.

In assicurazioni, e sino a oggi, gli smottamenti irreversibili del numero di dipendenti impiegati, spesso con il semplice pretesto di rilocalizzazioni geografiche, avvengono in maniera sotterranea e silenziosa, ma i numeri già  realizzati meriterebbero forse una diversa pubblicità. E’ facile immaginare un futuro prossimo nel quale , come in ogni altro settore, crisi di ricavi e risultati imporranno ancora nuovi tagli e sacrifici, e insoddisfazioni per molti.

Ecco perchè sentire che il personaggio dell’audiopost è un  responsabile di risorse , quelle rimastefarebbe  effetto anche se si parlasse di assicurazioni, e altrettanto condivisibile è l’auspicio che …con l’anno nuovo sarebbe bello che arrivasse anche un nuovo tipo di leadership , basata sì sui risultati e sul carisma individuale .. ma anche sulle competenze e sulle prestazioni…, e che in azienda si cominci a parlare dell’azienda e le sue persone….

E’ un invito rivolto a tutti quelli chiamati oggi a guidare le aziende, per non liquidare come semplice e inutile esercizio di retorica ogni tentativo di recupero del  rispetto della dignità personale di tanti, delle loro competenze, delle loro storie di appartenenza, in aziende nelle quali c’è di nuovo bisogno che, chi lo possiede, ceda a chi arriva il proprio testimone di esperienza e conoscenza, e non solo una semplice password, per accedere a un sistema informatico che di questo non sa ancora tener conto.

Ma godetevi ora l’audiopost di Enrico Bertolino.

 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...