Polizze RC Auto vendute su Internet: pubblicità comparativa sotto la lente dell’AGCM.

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato-Bollettino Settimanale anno XX-n.22

PS4310 – ZURICH CONNECTED
Provvedimento n. 21147

La Delibera della Autorità:

  • a) la pratica commerciale descritta al punto II del presente provvedimento, posta in essere dalla società Zuritel
    S.p.A., costituisce, per le ragioni e nei limiti esposti in motivazione, una pratica commerciale scorretta ai sensi degli
    artt. 20 e 21 del Codice del Consumo, e ne vieta l’ulteriore diffusione;
  • b) € 15.000 di di sanzione amministrativa pecuniaria irrogata a Zuritel S.p.A..

Chi ha una normale dimestichezza con le vendite di polizze assicurative, sia RC Auto che di altri Rami, attraverso internet e telefono, sa bene che ogni campagna pubblicitaria di sostegno  ha l’obiettivo primario di generare chiamate o contatti, e quindi permettere il primo rapporto con il potenziale cliente, al quale dare seguito con il percorso tariffario che genera il preventivo.

Particolarmente critica quindi la modalità e il contenuto della comunicazione pubblicitaria, sempre più articolata su una prevalente comparazione di prezzi della concorrenza.

Di questi criteri pubblicitari si occupa il Provvedimento in questione.

A questo proposito vale la pena di ricordare che la principale caratteristica tariffaria della vendita a distanza è data dalla incomparabilità nel tempo delle variazioni di premio,  intervenute successivamente a ogni preventivo (motivo per cui il premio proposto viene “congelato” per periodi variamente lunghi).

Questo è il motivo per cui anche la pubblicità comparativa subisce l’influenza della dinamica della tariffazione, che di fatto inibisce una comparazione di prezzi con le compagnie concorrenti se non congelata al momento della pubblicazione del messaggio, e quindi di fatto praticabile con difficoltà.

In questo caso la compagnia Zuritel ha argomentato che

nel caso dei prodotti assicurativi, la stessa complessità dei profili di rischio tenderebbe a svalutare la rilevanza del prezzo pubblicizzato, la cui indicazione – proprio in virtù dell’articolata struttura tariffaria – avrebbe una valenza meramente segnaletica e sarebbe in sostanza volta ad indurre i destinatari a richiedere il calcolo di un preventivo…

La replica del Garante argomenta tra l’altro:

la strategia comunicazionale delle imprese nei mercati interessati – sempre più incentrata sulla convenienza in termini di prezzo delle proprie polizze assicurative RCA – conferma la centralità di tale parametro nel processo decisionale dei consumatori e induce quindi ad escludere che alle relative indicazioni, contenute nella pubblicità, possa ascriversi una valenza meramente segnaletica.

In linea generale, la pubblicità comparativa, illustrando al consumatore le alternative disponibili sul mercato, consente ai destinatari di orientare in modo più consapevole le proprie scelte economiche. Nel settore assicurativo, la relativa complessità dei prodotti commercializzati, modulati in funzione di specifici e articolati profili di rischio, impone tuttavia alle imprese l’adozione di particolari cautele nell’instaurazione del confronto promozionale, per evitare che i consumatori siano tratti in errore in relazione alla effettiva convenienza dei servizi pubblicizzati.

In particolare, occorre che la comparazione intervenga tra prodotti tendenzialmente omogenei e che la selezione dei profili di rischio oggetto di confronto sia operata in modo da garantire la significatività del vanto di convenienza che se ne fa discendere nella comunicazione pubblicitaria.

L’occasione per discutere delle differenze tra modalità   di offerta assicurativa automatizzata e quella assistita dalla partecipazione consultiva di un intermediario sarebbe quanto mai attraente.

Spero che la fine dell’estate invogli qualche lettore del blog ad avviarla, magari in una occasione direttamente partecipativa e senza remore, con l’intenzione di una franca discussione e altrettanto necessaria consapevolezza che possono esistere e convivere modi diversi di offerta,  per altrettanto diverse caratteristiche e propensioni dei consumatori.

Un pensiero su “Polizze RC Auto vendute su Internet: pubblicità comparativa sotto la lente dell’AGCM.

  1. Che l’assicurato tenda, oramai da tempo, a contenere i costi assicurativi soprattutto nella RCA, accogliendo le proposte più economiche a prescindere da qualunque altra valutazione, e’ oramai noto. E la tendenza, a mio avviso, e’ destinata a consolidarsi per effetto dell’altrettanto nota riduzione del potere di acquisto delle famiglie.
    In questo contesto gli intermediari assicurativi continuano a fondare le loro argomentazioni commerciali sul “prezzo”. In questo modo subiscono la concorrenza di altri canali distributivi più competitivi (es. banche, poste, direct line, etc.) nei confronti dei quali sono quasi sempre perdenti. E quando vincono ci riescono rinunciando alle loro provvigioni, finendo per rimetterci.
    Perché, allora, non provare a svincolarsi da una mera politica di prezzo a favore di un approccio più tecnico (e più qualificante) all’assicurazione e al cliente?
    Ad esempio, nella RCA, perché non evidenziare al cliente i vantaggi di una rinuncia alla rivalsa più completa rispetto a quella prevista dai prodotti “automatizzati”? Vorrei proprio conoscere chi e’ disposto a rischiare una rivalsa rovinosa per risparmiare cinquanta o cento euro di premio.
    Naturalmente, e’ indispensabile che la polizza venduta dall’intermediario professionista presenti veramente un valore aggiunto rispetto a quelle standardizzate e più economiche, altrimenti il discorso non sta in piedi.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...