Quattro passi nelle relazioni di Bilancio 2009: le intenzioni del Gruppo Fondiaria-SAI

La lettura delle relazioni di bilancio di ogni società è esercizio utile per  comprendere o interpretare  intenzioni, giustificazioni e ambizioni degli amministratori che le sottoscrivono. Si riesce anche spesso a distinguere, dallo stile con il quale sono state redatte, quanto o meno dettaglio  ci sia nel contributo diretto che l’amministratore abbia voluto dedicarvi, oppure quanto sia impersonalmente demandato, come capita nella maggior parte delle società di grandi dimensioni, agli uffici di pianificazione, controllo e investor relations.

Nel caso della SAI emerge invece la mano di un assicuratore di lungo corso come Fausto Marchionni, che ha attraversato in prima persona rischi, sinistri e premi, e che della relazione di bilancio fa anche occasione di comunicazione di programma e di interventi,  spesso minuziosamente dettagliati come altri non fanno.

Ne riporto qualche stralcio, con mie libere e personali evidenziazioni, e con la avvertenza che probabilmente, al momento della pubblicazione del post, alcuni collegamenti ai documenti originali sul sito web della compagnia possono non essere più disponibili. Infatti iniziali verbali notarili nei quali erano contenute le relazioni stesse sono state negli ultimi giorni inspiegabilmente cancellati.

(In uno di questi appariva, tra l’altro,  una accalorata difesa della opportunità di ripristinare la durata poliennale dei contratti, vista come elemento sostanziale per  una retribuzione provvigionale adeguata per le agenzie.)

 

tratto dal verbale dell’assemblea ordinaria del 23 aprile 2010

omissis…

altri interventi tesi alla riduzione della sinistrosità: l’annullamento di polizze plurisinistrate, la chiusura di agenzie con andamento tecnico negativo, la disdetta dei “libri matricola“, la pulizia sul canale broker; da ciò sono attese una riduzione del denunciato di oltre il 4% e una riduzione di frequenza di 0,15 punti; non deve ingannare il fatto che si tratti di decimali, in quanto un punto di frequenza è veramente molto significativo;

bisogna poi ricordare le azioni di risanamento del non Auto come per esempio, nel settore retail (cioè non-corporate) e nel ramo Malattie già citato; vi è poi la riduzione della scontistica per la quale, dal 1° marzo 2010, è in funzione un sistema di controllo informatico della scontistica stessa in modo da poter aumentare il premio medio; nel settore corporate si sta operando, anche qui a costo di una diminuzione del la quota di mercato, una cautela assuntiva decisamente maggiore rispetto al passato;

il criterio della meritocrazia è stato seguito anche nella modifica delle metodologie di calcolo delle provvigioni, che ha però dovuto tener conto sia del fatto che il sistema in vigore è molto radicato e non può essere improvvisamente cambiato, sia dell’introduzione del decreto Bersani che ha introdotto il divieto di clausole contrattuali con gli agenti che prevedano un rapporto di questi ultimi in esclusiva con una compagnia, con le conseguenze che ne derivano

tratto dalla relazione e bilancio 2009

􀂃 il risultato dell’esercizio è pari a € mil. 40,2 (€ mil. 69,6 nel 2008).

Il risultato sconta i positivi effetti straordinari derivanti dall’operazione di valorizzazione di parte del patrimonio immobiliare ad uso diretto. Tale operazione, perfezionatasi alla fine dello scorso esercizio, ha permesso la rilevazione di plusvalenze lorde da realizzo per € mil. 116. Ciò ha pertanto consentito di fronteggiare il deterioramento tecnico dei Rami Danni, nonché il minor apporto dei proventi finanziari al risultato finale d’esercizio.

􀂃 il risultato del conto tecnico dei Rami Danni è negativo per € mil. 172 (positivo per € mil. 243 al 31/12/2008). Il risultato conseguito sconta l’acuirsi dello scenario concorrenziale in atto, caratterizzato nei Rami Auto da una forte competizione tariffaria e da una contrazione del premio medio, per effetto delle disposizioni dei Decreti Bersani.

omissis…

Con riferimento all’andamento degli altri Rami si rileva che:

– il Ramo CVT sconta un’ulteriore significativa contrazione di redditività sia per l’acuirsi della concorrenza nel settore, sia per i rilevanti effetti degli eventi naturali del 2009 (nevicate e grandinate);

– il dato negativo dei Rami Elementari riflette altresì gli impatti del tragico terremoto d’Abruzzo dell’aprile 2009;

– la riassicurazione migliora, per effetto soprattutto dei sinistri gravi che hanno influenzato i risultati del lavoro diretto.

il risultato del conto tecnico dei Rami Danni è negativo per € mil. 172 (positivo per € mil. 243 al 31/12/2008). Il risultato conseguito sconta l’acuirsi dello scenario concorrenziale in atto, caratterizzato nei Rami Auto da una forte competizione tariffaria e da una contrazione del premio medio, per effetto delle disposizioni dei Decreti Bersani.

tratto da  Bilancio Consolidato Esercizio 2009

In particolare, si evidenziano alcune azioni che potrebbero supportare un’inversione di tendenza rispetto al 2009:

􀂃 nell’ambito del lavoro diretto, il Ramo RC Autoveicoli sta scontando un flusso premi penalizzato dalla contrazione delle immatricolazioni di nuove auto, dalla forte concorrenza a seguito di una sempre maggiore flessibilità dei prezzi e dagli effetti della cd. Legge Bersani bis in tema di regole di assegnazione della classe di merito bonus-malus. Per far fronte a tale contrazione è stata attuata una revisione delle politiche tariffarie di Gruppo che, facendo leva su una più dettagliata segmentazione dei veicoli, permette di approssimare in modo più puntuale il rischio effettivo attraverso la riduzione della mutualità, ottenuta con la personalizzazione dei prodotti, l’applicazione di sconti e la diversificazione tariffaria;

Si ricorda che sia la Capogruppo, sia Milano Assicurazioni non rilevano più nei Rami Danni il preconto provvigionale in quanto, a seguito dell’abolizione dei contratti pluriennali per effetto dei decreti Bersani è sostanzialmente variata la politica di remunerazione della rete agenziale.

omissis…

ridefinizione del catalogo salute, linea “Sanicard”: nell’ambito di un processo di revisione dei prodotti malattia attualmente a listino, nel mese di aprile 2009 sono state realizzate due nuove versioni dei modelli “Sanicard Salute” (modificata la durata contrattuale, massimo 5 anni) e “Sanicard Rinnovo Garantito” (ridefinito il limite di età per ingresso in copertura e posto il limite di anzianità per l’esercizio del rinnovo);

omissis…

Un pensiero su “Quattro passi nelle relazioni di Bilancio 2009: le intenzioni del Gruppo Fondiaria-SAI

  1. Pingback: Tweets that mention Quattro passi nelle relazioni di Bilancio 2009: le intenzioni del Gruppo Fondiaria-SAI « Polizze&Opinioni Online -- Topsy.com

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...