L’ISVAP ferma la compagnia EIG: vietato stipulare nuovi contratti in Italia.

Era uno dei più recenti oggetti misteriosi che ogni tanto si affacciano tra le  compagnie assicurative operanti in Italia. Una di quelle carte a sorpresa con le quali qualche intermediario creativo completa riparti complicati, come talvolta capita  in una polizza fideiussoria, ostentando capacità di piazzamento tale da spiazzare, agli occhi del cliente, i concorrenti invece  più attenti a regole, reputazione e affidabilità.

E qualche volta, forse troppe, i clienti premiano la fantasia, e condannano il rigore preventivo di chi crede ancora che fare assicurazioni sia affare serio e  impegnativo, soprattutto a lungo termine.

Ma fortunatamente l’ISVAP  non chiude per ferie,  ascolta clienti e assicuratori,  e interviene.

Voci su questo provvedimento circolavano già da qualche tempo, nella Rete parecchi assicurati si interrogavano alla ricerca di smentite o conferme.

L’occasione è quella giusta per suggerire all’ISVAP   che interventi di questa importanza e rilievo andrebbero sicuramente meglio evidenziati sul proprio sito web. Senza sperare che ogni cittadino qualunque sia invece capace di “scavare”  autonomamente all’interno della sezione Normativa per approdare alla lista dei provvedimenti,  per ricevere immediatamente inviti alla prudenza e alla diffida verso soggetti fuorilegge.

 

Ecco uno stralcio del provvedimento, scaricabile integralmente cliccando sul titolo,  con la libera evidenziazione di alcune parti.

 

PROVVEDIMENTO N. 2798 DEL 26 APRILE 2010

 

EUROPEAN INSURANCE GROUP LTD CON SEDE IN MALTA – DIVIETO DI STIPULARE NUOVI CONTRATTI IN REGIME DI LIBERA PRESTAZIONE DI SERVIZI NEL TERRITORIO DELLA REPUBBLICA ITALIANA.

omissis…

VISTE le lettere di MFSA – Malta Financial Services Authority – in data 20 dicembre 2007 e 13 febbraio 2008 con le quali l’Autorità maltese ha comunicato l’intenzione della società European Insurance Group LTD (nel seguito EIG LTD) di operare in Italia in regime di libera prestazione di servizi nei rami danni: 1. infortuni, 3. corpi di veicoli terrestri, 14.credito, 15. cauzione e 10. responsabilità civile autoveicoli e le lettere di presa d’atto dell’ISVAP in data 18 gennaio e 6 giugno 2008;

VISTI i verbali parziali degli accertamenti ispettivi avviati in data 29 marzo 2010 presso la sede secondaria in Roma di Nowosad Insurance & Financial Services Ltd, intermediario di EIG LTD, dai quali sono emerse gravi irregolarità nella gestione delle rimesse finanziarie afferenti i premi assicurativi incassati per conto dell’impresa ed irregolarità nella registrazione dei contratti;

VISTI i verbali parziali degli accertamenti ispettivi avviati nella stessa data del 29 marzo 2010 presso il Rappresentante fiscale di EIG LTD, avv. Antonio Resciniti, dai quali è risultato il mancato rispetto dei termini di aggiornamento del registro dei contratti e dei termini di versamento delle imposte sui premi;

VISTE le comunicazioni di contraenti ed assicurati dalle quali è risultato che la società EIG LTD non ha provveduto alla liquidazione di un rilevante numero di sinistri e che sussistono difficoltà nell’emissione delle sostituzioni di polizze;

VISTA la comunicazione dell’UCI – Ufficio Centrale Italiano – con la quale è stato segnalato che EIG LTD non ha provveduto a comunicare alla banca dati del Centro di informazione italiano le informazioni relative alle garanzie assicurative r.c. auto emesse nel territorio della Repubblica;

RILEVATA l’inosservanza delle regole in materia di tutela della trasparenza dei premi e delle condizioni di contratto nell’assicurazione obbligatoria per i veicoli a motore in relazione al contenuto dei preventivi gratuiti personalizzati rilasciati sul sito internet di EIG LTD nonché in materia di nota informativa nei contratti di assicurazione danni;

ACCERTATO che EIG LTD ha svolto l’attività assicurativa esclusivamente nel territorio della Repubblica italiana adottando un modello organizzativo proprio dell’attività in libertà di stabilimento, in assenza della relativa abilitazione;

CONSIDERATO che i fatti descritti integrano i presupposti di cui all’art. 193 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, in quanto pregiudicano gli interessi generali degli assicurati e degli aventi diritto alle prestazioni assicurative e che sussiste, per le irregolarità indicate, l’urgenza di intervenire al fine di impedire tale pregiudizio;

Dispone ai sensi dell’articolo 193, comma 4 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, nei confronti di European Insurance Group LTD con sede in Malta, Office 18/A, EuropaCenter, John Lopez Street, Floriana, il divieto di stipulare nuovi contratti nel territorio della Repubblica italiana, con gli effetti di cui all’articolo 167 del medesimo decreto legislativo.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...