Il regolamento della sala operatoria: le Best Practice in Sanità.

Si riparla anche in queste ore di casi di presunta Malpractice in Sanità verificatisi nel nostro Paese. Argomento dibattuto, contestato, amplificato, spesso strumentalizzato, ormai da molti anni dai media nazionali, che sulla scia delle evoluzioni normative, sociali e giurisprudenziali assume  particolare rilevanza anche  e soprattutto in ambito assicurativo.

Aziende Ospedaliere assicurate, inassicurabili, bandi di gara proposti e riproposti, autoassicurazione, alterazione del rapporto di fiducia tra pazienti e classe medica, premi inadeguati, sinistri riservabili con difficoltosa capacità previsionale.

C’è di tutto su questo argomento e c’è molto poco in quanto a Goodpractice raccontata, diffusamente invece  praticata dalle nostre strutture ospedaliere e dai nostri camici bianchi.

Anche in questo settore fare prevenzione significa porre in atto tutte le azioni di governo del rischio destrutturate in maniera semplice, e coerente con la filiera delle attività, e soprattutto riconoscibili in una altrettanto strutturata rilevazione storico-statistica degli accadimenti registrati.

Al di là dei Bandi di Gara per i rinnovi delle coperture assicurative c’è da tempo molta attenzione e lavoro da parte del Ministero competente.

Ecco un piccolo contributo informativo su una delle iniziative intraprese e che non ha avuto l’evidenza che invece avrebbe meritato.

Evento avverso

Evento inatteso correlato al processo assistenziale e che comporta un danno al paziente, non intenzionale e indesiderabile. Gli eventi avversi possono essere prevenibili o non prevenibili. Un evento avverso attribuibile ad errore è “un evento avverso prevenibile”

E’ questa la efficace definizione tratta dal Manuale per la Sicurezza in sala operatoria: Raccomandazioni e Checklist che Il Ministero del Lavoro della Salute delle Politiche Sociali ha presentato già nel mese di novembre 2009.

Il Manuale, consultabile on line, cliccare qui per scaricare il documento originale,  comprende le 16 raccomandazioni e la checklist, elaborate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nell’ambito del programma “Safe Surgery Saves Lives” e adattate al contesto nazionale. Rappresenta uno strumento costruito nella logica del miglioramento della sicurezza e della qualità e, pertanto, assume particolare rilevanza la sua adozione e le conseguenti azioni di monitoraggio da parte di Regioni, Province Autonome ed Aziende sanitarie. Il manuale è infine corredato di un video esplicativo , visionabile sullo stesso sito ministeriale ed utilizzato come strumento di informazione e formazione per gli operatori.

Per gestire il problema della sicurezza dei pazienti il Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali ha avviato le seguenti linee di attività:

1. monitoraggio degli eventi sentinella

2. elaborazione di raccomandazioni;

3. elaborazione di un manuale per l’analisi degli errori e di strategie per l’implementazione della formazione;

4. metodologie di coinvolgimento dei pazienti;

5. sistema di monitoraggio delle polizze assicurative.

L’elaborazione di raccomandazioni da parte del Ministero ha l’obiettivo di richiamare l’attenzione degli operatori sanitari su condizioni cliniche ed assistenziali ad elevato rischio di errore e su procedure potenzialmente pericolose; nel contempo intende fornire strumenti efficaci per mettere in atto azioni in grado di ridurre i rischi e promuovere l’assunzione di responsabilità da parte degli operatori nel favorire il cambiamento del sistema.

 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...