L’esame per i nuovi Intermediari Assicurativi del 2 luglio 2009: il racconto di un candidato.

Un lettore di questo blog, che vuole per il momento mantenere l’anonimato, mi ha inviato questa testimonianza sulla propria esperienza di candidato che si è sottoposto all’ultimo esame per Intermediari Assicurativi,  tenutosi a Roma lo scorso 2 luglio 2009.

Ne riporto, in quanto autorizzato dall’autore, il contenuto integrale, del quale ho  invece liberamente evidenziato alcuni passaggi.

Chi avesse analoghe conferme o, al contrario,  diversità di valutazione sarà ospitato con interesse sulle pagine di questo sito.

 

Sono uno dei 2750 candidati che si sono presentati ieri all’ERGIFE per la prova scritta di accesso al RUI (sezioni A e B).

La mia esperienza professionale è più che ventennale, ma nonostante questo ho impegnato negli ultimi sei mesi circa 3 ore al giorno per studiare, ripassare e riportare a memoria eventuali temi che avrebbero potuto essere oggetto dell’esame.

La sorpresa di ieri è stata grande per il cambio delle regole comunicate solo all’apertura della sessione: il gioco dei punteggi spinge a non osare la risposta, ma ancora più i 50 minuti per 50 domande complesse portano l’esame ad essere un vero azzardo, anche per i più preparati.

La tipologia delle domande poi mi ha portato a credere di essere di fronte ad un concorso per funzionario ISVAP, e non ad un esame per l’accesso ad una libera professione di intermediario.

Ciò che fa l’intermediario, nel 95% del suo tempo, è dare consulenza ai propri clienti su polizze rami elementari (incendio, RC, infortuni, malattia) e sulla tariffa RCAuto.

Nemmeno una delle 50 domande verteva su questi temi, ma molte – troppe – invece riguardavano i fondi pensione, le percentuali dei margini di solvibilità, o questioni marginali per un intermediario quali la libertà di prestazione di servizi.

Comprendo che si è voluto fare un test di questo tipo per ridurre il carico di lavoro agli esami orali, ma avremo così un mercato di intermediari composto da:

1. chi è entrato per titoli equipollenti o era già iscritto agli albi ante 2006 (sono la maggioranza assoluta del mercato e sarebbe interessante conoscere un risultato del test fatto su questa schiera)

2. chi ha fatto l’esame nel 2007 e nel 2008, con domande complessivamente semplici e tempi in ogni caso adeguati per usare il cervello e la memoria

3. chi avrà superato l’esame quest’anno, con neuroni agili, o con notevole fortuna, comunque non necessariamente preparato ed a conoscenza dell’intermediazione assicurativa (temo che lo scritto verrà superato da non più del 15% dei partecipanti)

4. chi eviterà la prova orale avvalendosi del cambio di norme emesso proprio ieri dall’ISVAP, per gli iscritti in E da più di tre anni.

 Tutto questo non porta certamente chiarezza nel mercato assicurativo, e rende la professione di intermediario – una libera professione intendiamoci, dove è il mercato che fa la vera selezione – ad un necessario invecchiamento, privilegiando i vecchi iscritti a danno delle nuove generazioni.

C’è anche da tenere  presente che il cambio di regole (non annunciato peraltro) porta chi ha risposto a tutte le domande a un minimo di 37 riposte esatte per superare l’esame, contro le 30 dell’anno scorso e… con le nuove regole per il passaggio da E in A/B con il solo scritto sarà necessario rispondere correttamente a 42 domande su 50!

2 pensieri su “L’esame per i nuovi Intermediari Assicurativi del 2 luglio 2009: il racconto di un candidato.

  1. Anch’io sono stato uno dei candidati del famoso esame-sorpresa del 2 Luglio all’Ergife. Proprio ieri sono usciti i risultati e come immaginavo, vista l’assurdità dei quesiti proposti, sono stato “segato”; guardando sommariamente gli ammessi agli orali per il modulo assicurativo ho notato che erano circa 300…. Troppo pochi rispetto al quasi 51% dell’anno scorso. Anch’io come l’altro lettore ho un’esperienza non ventennale ma è da circa 5 anni che svolgo a tempo pieno la mansione di subagente e gestico un corposo portafoglio senza problemi… Comunque, a mio avviso, tornando ai quesiti proposti sembrava che tutti l’indomani mattina dovessimo non andare ad incassare una polizza RcAuto, trattare una polizza infortuni o incendio ma bensì fondare una nuova compagnia di assicurazioni sapendo per filo e per segno i margini di solvibilità cosa fare in caso di impresa in liquidazione amministrativa coatta, chi designare come addetto alla gestione degli attivi dei fondi pensione…. Con tutta sincerità un esame che verte esclusivamente su normative così ad alti livelli non potrà mai formare figure professionali adeguate al mercato che troviamo tutti i giorni sul campo, in quanto la prima dote richiesta ad un intermediatore è una spiccata dote commerciale, ma prima di tutto bisogna sapere che cosa vendiamo… Comunque sarà interessante vedere che cosa succede con l’introduzione di questaa norma che da diritto al solo scritto per accedere alla sezione a o b del rui per chi è in possesso di 3 anni di attività….. grazie dell’attenzione..

  2. mi associo a quanto già affermato dai colleghi nei giorni scorsi ed aggiungo che non possono essere certamente non presi in considerazione i 10 anni di onorato servizio che ho svolto in qualità di venditore dipendente di una primaria compagnia assicurativa e mi domando: la revisione del regolamento inerente al passaggio dalla sez. e alle sez. a – b previo superamento della sola prova scritta non dovrebbe valere anche per quei tanti colleghi che, come me, con una professionalità acquisita sul campo da più di tre anni, non sono iscritti al rui non per propria volontà ma perchè la normativa non lo prevede in quanto considerati già in possesso dei requisiti di professionalità necessari per svolgere tale attività? mi piacerebbe chiedere quindi al legislatore: non è un controsenso agevolare chi è stato costretto a iscriversi al rui e non chi invece era stato già riconosciuto professionalmente capace? candidato “segato”

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...