L’ANIA pubblica i propri dati dei premi 2008.

Sulla base delle informazioni fornite dalle imprese di assicurazione operanti in Italia, anche l’ANIA, dopo l’ISVAP, ha raccolto i dati statistici relativi ai premi lordi contabilizzati nel 2008 per il lavoro diretto (escludendo cioè i premi relativi all’attività di riassicurazione) dei rami Danni e dei rami Vita.

 ANIAEcco una sintesi del comunicato stampa dell’ANIA scaricabile qui nella sua versione integrale. 

Nel 2008 la raccolta complessiva dei premi delle imprese di assicurazione è stata pari a 92,0 miliardi di Euro, con una riduzione, in termini nominali, del 7,2% rispetto a quella del 2007. Tale risultato è stato determinato principalmente dalla diminuzione dei premi del settore Vita (-11,2%) e dalla sostanziale stabilità di quelli del settore Danni (-0,6%). 

Rami Vita

La raccolta premi nei rami Vita è stata pari nel 2008 a 54,6 miliardi di Euro con una riduzione, in termini nominali, dell’11,2% rispetto al 2007.

La dinamica riflette principalmente la riduzione della vendita di polizze di Ramo III – Linked che, a causa della turbolenza sui mercati finanziari, ha registrato una marcata contrazione (-36,1%, con un volume premi di 18,6 miliardi di Euro).  

Premi Vita 2008 (in milioni di Euro ) 

Rami di attività Premi Vita Var. % 08-07 Distrib. % 08 Distrib. % 07
         
Ramo I – Vita umana 31.429 15,7 57,6 44,2
         
Ramo III – Polizze linked 18.558 -36,1 34,0 47,3
         
Ramo IV – Malattia 25 -17,1 0,0 0,0
Ramo V – Capitalizzazione 3.196 -28,5 5,9 7,3
         
Fondi Ramo VI – Fondi pensione 1.356 88,3 2,5 1,2
         
TOTALE 54.565 -11,2 100,0 100,0
         
 

Rami Danni  

Nel 2008, la raccolta premi nei rami Danni è stata pari a 37,5 miliardi di Euro con un lieve decremento, in termini nominali, dello 0,6% rispetto all’anno 2007.

La diminuzione è spiegabile con la contrazione della raccolta premi nel ramo R.C. Auto che è diminuita del 3,3% (era diminuita dell’1,0% nel 2007), incidendo sul totale dei premi Danni per il 47,1% (48,4% nel 2007). Anche i premi del ramo Corpi veicoli terrestri sono diminuiti (-2,4%).

Per quanto riguarda gli altri rami danni, i premi sono aumentati del 2,8% nel 2008, contro il 3,8% nel 2007 e la crescita è stata determinata essenzialmente dallo sviluppo del ramo Malattia (+5,3%) e del ramo Altri danni ai beni (+6,1%). 

Premi Danni 2008 (in milioni di Euro) 

Rami di attività

Premi Danni

Var. % 08-07

Distrib. % 08

Distrib. % 07

 

 

 

 

 

R.C. Auto e veicoli marittimi (a)

17.637

– 3,3

47,1

48,4

 

 

 

 

 

Corpi veicoli terrestri (b)

3.208

-2,4

8,6

8,7

 

 

 

 

 

Settore Auto = (a) + (b)

20.845

– 3,2

55,7

57,1

 

 

 

 

 

Infortuni

3.202

0,3

8,5

8,5

 

 

 

 

 

Malattia

2.159

5,3

5,8

5,4

 

 

 

 

 

Corpi veicoli ferroviari

10

6,2

0,0

0,0

 

 

 

 

 

Corpi veicoli aerei

62

18,9

0,2, 0,1

 

Corpi veicoli marittimi

312

3,0

0,8

0,8

 

 

 

 

 

Merci trasportate

274

1,9

0,7

0,7

 

 

 

 

 

Incendio ed elementi naturali

2.346

0,0

6,3

6,2

 

 

 

 

 

Altri danni ai beni

2.732

6,1, 7,3

6,8

 

R.C. Aeromobili

29

-24,8

0,1

0,1

 

 

 

 

 

R.C. Generale

3.315

1,3

8,9

8,7

 

 

 

 

 

Credito

335

1,3

0,9

0,9

 

 

 

 

 

Cauzione

498

1,5

1,3

1,3

 

 

 

 

 

Perdite pecuniarie

640

12,1

1,7

1,5

 

 

 

 

 

Tutela legale

286

2,9

0,8

0,7

 

 

 

 

 

Assistenza

408

8,3

1,1

1,0

 

 

 

 

 

Altri rami danni

16.606

2,8

44,3

42,9

 

 

 

 

 

TOTALE

37.451

-0,6

100,0

100,0

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...