ANIA e Plurimandato: resistenza a oltranza.

mikeL’occasione è stata la

  • GIORNATA DI STUDIO dedicata alla Protezione dei consumatori e tutela della concorrenza nei mercati finanziari nel corso della quale Dario Focarelli, Direttore Economia e Finanza ANIA, ha utilizzato, per il suo intervento focalizzato su 
  • I decreti Bersani nel settore assicurativo
  • Regole bonus/malus
  • Preventivatore Unico
  • Divieto di monomandato e polizze
    pluriennali
  • L’andamento dei prezzi e delle spese

una serie di slides  pubblicate sul sito web della associazione delle compagnie-ANIA –cliccare qui per prenderne visione integrale.

 

Non può non colpire il condivisibile  buon senso comune di ogni Intermediario Assicurativo nel leggere, tra le altre affermazioni fatte dal rappresentante dell’ANIA, che…

Per le imprese di assicurazione operanti in Italia, delle quali circa un terzo sono controllate da imprese estere, il divieto di monomandato rappresenta un danno economico, in quanto rende non recuperabili gli investimenti effettuati nel tempo per costruire la rete commerciale formata da agenti in esclusiva.

Forse più importante, la concorrenza fra compagnie si sposterà sul terreno di chi offre le provvigioni più alte agli agenti, determinando per questa via un aumento dei costi per i consumatori.

 

La proibizione del monomandato crea il rischio di conflitti di interesse: gli agenti avranno oggettivamente l’incentivo a vendere la polizza con le provvigioni più elevate, non quella più conveniente per il consumatore .

 

Siamo nel perdurare di una crisi economica mondiale, che toglie possibilità di ampio respiro a ogni attività finanziaria, assicurazioni comprese, e che impone obbligatoriamente ripensamenti di strategie, modelli organizzativi e nuove alleanze. 

 Ogni settore, produttore di beni o servizi che sia, reinventa qualità e standard produttivi, con l’unico prioritario intento di incrementare la propria capacità di attrarre il mercato  dei nuovi clienti, mantenendo il portafoglio di quelli esistenti.

Gli assicuratori italiani invece…

(anche se qualche giorno fa un sottosegretario di governo ha pubblicamente dichiarato, in uno dei ricorrenti dibattiti televisivi settimanali, che sul monomandato obbligatorio indietro non si torna)

non trovano niente di meglio da proporre che la resistenza a oltranza verso il plurimandato obbligatorio, anzichè concentrarsi, come altri settori, su nuove possibilità di servizio, qualità e prodotto, con i quali farsi scegliere dai nuovi e vecchi distributori intermediari.

 Alla competitività si continua a preferire il protezionismo, scegliendo la modalità meno dignitosa per invocarlo: screditare la obiettività professionale degli intermediari, che a dire dell’ANIA, preferirebbero la convenienza delle provvigioni percepite alla convenienza per il cliente.

E nel continuare a fare questi apprezzamenti negativi non ci si rende conto che così facendo si continua a incrinare la figura di ogni intermediario indipendente, broker compresi, quasi che l’ambizione futura fosse la speranza di poterne fare complessivamente a meno.

La scelta del plurimandato obbligatorio è la risposta corretta all’ostracismo da sempre praticato dalle compagnie verso le collaborazioni ispirate al plurimandato, istituto che, come tutti ben sappiamo, preesisteva al provvedimento Bersani.

Converrebbe suggerire alle compagnie che si continua a essere migliori se i propri investimenti, anzichè essere indirizzati prevalentemente a insegne, contratti di affitto, mobili e attrezzature, sono capaci di generare monomandati di fatto.

Nei quali non è la esclusiva a fermare la concorrenza, bensì la capacità di fare meglio, guadagnando tutti nel nome di un nuovo rapporto sostenibile con i comuni clienti.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...